Heritage è una parola che nella nostra lingua non ha una vera e propria traduzione.
Eredità, patrimonio, lascito sono termini che potrebbero funzionare solo se accettassimo di perdere alcune delle tante sfumature che quella parola porta con sé. 
E noi non vogliamo perderne nessuna. Ogni sfaccettatura merita la medesima attenzione e lasceremo che sia heritage il titolo e contenitore per il tema che esploreremo questo mese. 
Heritage si tingerà così, a seconda delle volte, di un’accezione culturale, naturale, storica, biografica o genetica. Raccoglierà tutto ciò che riceviamo dal passato per chiederci che cosa ne vogliamo fare; per porci il problema di come vivere il presente, se a occhi chiusi o con lo sguardo attento e consapevole, gettato sul futuro. Per suggerirci di tenerci forte sulle spalle di quei giganti newtoniani che ci permettono di vedere più lontano.