Attraverso la scorza

Bibliografia a cura della redazione di FarFarFare

L’oggetto è costituito da una serie di contenitori modulati a forma di spicchio, disposti circolarmente attorno a un asse verticale, al quale ogni spicchio appoggia il suo lato rettilineo mentre tutti i lati curvi volti verso l’esterno danno, nell’assieme come forma globale, una specie di sfera. 

L’insieme di questi spicchi è raccolto in un imballaggio ben caratterizzato sia come materia sia come colore: abbastanza duro alla superficie esterna e rivestito con un’imbottitura morbida interna di protezione tra l’esterno e l’assieme dei contenitori […]

Good Design, Bruno Munari

Una scorza, quando è superficie, è caratterizzata da ben più di un aspetto. Può configurarsi come una membrana spessa o sottile, come un filtro o una trasparenza attraverso cui guardare e interpretare ciò che sta al di là. Nell’osservarla nella sua estensione, poi, ci si può concentrare sui bordi e i confini che la circoscrivono o che la attraversano. 

Una volta determinato un limite, tracciata una riga o scavato un solco, la scorza permette di rivelare un qui e un là, un dentro e un fuori, un non mischiare le pere con le mele, una X o una Y.