Con la testa per aria

Laboratorio a cura dei Ludosofici
liberamente ispirato alla chiacchierata con
Riccardo Vittorietti e Stefania Ferroni de LOfficina

Una costellazione è un gruppo di stelle che formano una linea o una figura immaginaria sulla sfera celeste. Tipicamente rappresenta un animale, una persona mitologica o una creatura, un dio o un oggetto inanimato. È una proiezione della fantasia e dell’immaginazione dell’uomo che, nel corso dei secoli, ha cercato di imporre un ordine nel cielo.

Perché non approfittare di questo “stare con la testa per aria” per inventare nuove storie?

Materiali

stampe a colori dei cieli d’estate: qui ve ne proponiamo quattro, ma ce ne sono molti altri, che variano a seconda della latitudine e della stagione in cui vi trovate…

  • fogli di carta velina o lucidi
  • matita o pennarello
  • cartoncino blu

Laboratorio

Costituite un gruppo di 15/20 persone.

Sovrapponendo il foglio di carta velina o lucido alla stampa a colori del cielo, tracciate, a partire dai puntini rappresentati dalle stelle, la sagoma di una figura. Provate ora a immaginare chi rappresenta: chi è? Da dove viene? Cosa fa? Chi sono i suoi amici? Quali sono i suoi progetti per il futuro?

Ritagliate il vostro personaggio nato dalle stelle e, una volta che tutti i componenti del gruppo avranno fatto lo stesso, fategli conoscere gli altri figli delle stelle.  Si piacciono? Possono diventare amici? Magari non si possono proprio sopportare, tanto che uno deciderà di andarsene in montagna, mentre l’altro se ne andrà in crociera.

Se è vero che le costellazioni altro non sono che storie immaginate dai nonni dei nostri nonni, chi lo dice che anche noi non possiamo fare altrettanto, e inventarci le nostre costellazioni, portandole a interagire le une con le altre?