Disegni di carattere

Laboratorio a cura di Yocci

In tutto il mondo si parlano lingue diverse. Tuttavia, a seconda del luogo in cui ci troviamo, la nostra reazione di stupore e confusione nell’aprire le pagine di un libro potrebbe non essere sempre la stessa. A volte, infatti, non solo le parole sono frutto di una combinazione di lettere incomprensibile, ma sono proprio i simboli che ci appaiono davanti agli occhi a essere a dir poco stravaganti e indecifrabili.

Questo accade perché i caratteri dell’alfabeto non sono gli stessi ovunque. La loro traduzione sonora potrebbe risultarci familiare, ma è possibile che abbiano una forma del tutto nuova per noi, che, più che di fronte a delle lettere, abbiamo la sensazione di trovarci di fronte a degli elegantissimi disegni.

In Giappone, per esempio, si usano gli ideogrammi, che spesso, più che singoli fonemi, sono sillabe, che a loro volta sono in grado, da sole, di indicare un concetto: sanno già esprimere un significato compiuto.

Yocci, che di professione fa l’artista, ha disegnato alcuni ideogrammi giapponesi, collocandoli nella forma della loro traduzione: ha dato casa a dei simboli che, altrimenti, per noi sarebbe stato difficile decifrare.

E voi? Conoscete altri caratteri usati nella scrittura? Come vi piacerebbe presentarli a chi non li ha mai visti prima per aiutarli a comprenderli?