Ciao! Questa è FarFarFare, la newsletter che ogni mese sceglie un tema e di settimana in settimana lo esplora attraverso laboratori, attività e tanti materiali che potrai usare a tuo piacimento.

Chiedere in regalo

 intervista a cura di Ilaria Rodella

Che cosa sarà?

laboratorio a cura di Davide Abbati

Questo è per voi

laboratorio a cura dei Ludosofici

Quale suono contraddistingue le Feste?

Le voci umane rappresentano forse la risposta più azzeccata. I pranzi, le cene, i ritrovi o anche le sole e probabili telefonate necessarie per raggiungere amici e parenti rimasti lontano risuonano delle chiacchierate, delle risate, delle parole scandite e declamate, confuse e sovrapposte, chiassose, ma anche appena accennate in un sussurro. 

Sì, perché ci sono momenti – brevi, ma solenni – in cui la voce, colonna sonora e portante dei giorni di festa che abbiamo solo parzialmente superato, si assottiglia fino al punto di spegnersi. Per pochi minuti, o qualcosa di più se la decisione di tenere le bocche cucite sfocia nell’avvento del sonno, nelle case e tra la gente comincia a regnare il silenzio.

Il più delle volte si tratta di un invito, difficile da non assecondare, che i più piccoli rivolgono agli adulti. Questi ultimi non sono in grado di riconoscere la magia che si diffonde sul fare di alcune sere, mentre i bambini avvertono l’imminente fine della lunga attesa che hanno visto accorciarsi ogni giorno di più.

Finalmente, la creatura leggendaria deputata a consegnare i regali tanto desiderati sta per arrivare. L’attenzione è interamente volta a dare a lei e ai suoi eventuali accompagnatori animali la migliore delle accoglienze: un omaggio necessario a chi viene a far visita al solo scopo di realizzare i sogni. Ed è nel preparare latte, biscotti, fieno e carote, nell’apparecchiare il piccolo panchetto sotto l’albero e nel guardare l’orologio sempre più insistentemente, che la voce, progressivamente, si trasforma. Divenuta un soffio, inudibile anche per chi ne è autore, si ritira tra le guance e poi in gola, attendendo di poter uscire nuovamente nella forma di un grido di esultanza o di stupore.

Quando si è piccoli, i regali sono un rito irrinunciabile. Iniziano dalla stesura di una letterina ed esplodono, settimane dopo, nell’apertura dei pacchetti. Portati da lontano, sul dorso di un asinello o in volo attraverso le stelle, sono la prova più tangibile che consente di credere nelle favole. Scatenano reazioni che, come calamite, sanno attirare anche coloro che preferirebbero starsene in disparte, ma che non riescono a resistere al sorriso che, radioso, si stende sul viso del cucciolo d’uomo a cui si è più affezionati. I regali sono serie ricompense, ma anche storie a lieto fine. Sono prevedibili, pur restando sorprese. Sono una promessa mantenuta o rielaborata, mai ignorata, perché non vuole deludere e desidera farsi comprendere. 

I bambini sanno che quelle creature leggendarie non possono portare i doni anche ai più grandi. Del resto, come potrebbero con tutto il lavoro che hanno da fare? Eppure, ai loro occhi questa rimane un’ingiustizia inaccettabile, a cui bisogna rimediare. Ed ecco che allora, qualche giorno prima delle feste vere e proprie, si fa strada una nuova e diversa forma di silenzio, utile a pensare, a immaginare il regalo perfetto da donare. Senza parlare, si scopre che un’idea ha il potere di rendere felici e si è orgogliosi di firmare, zitti zitti, in gran segreto, un biglietto che attesti la provenienza di quel dono. 

«È da parte mia» è una frase che si pronuncia quando le parole fanno di nuovo capolino sulle labbra. E la voce trema, emozionata, proprio come quando legge il proprio nome su un pacchetto. 


* ° * ° * ° *

Chiedere in regalo

intervista a cura di Ilaria Rodella

Le feste sono l’occasione per fare e ricevere doni di ogni tipo. È qualcosa che tendiamo a dare per scontato, ma quante emozioni e quanti pensieri si nascondono dietro un regalo? Prendete queste domande e, come negli esempi che vi proponiamo, ponetele alle vostre bambine e ai vostri bambini… E lasciate che anche loro possano farvi la stessa intervista!

ASCOLTA

Questo è per voi

laboratorio a cura dei Ludosofici

Un regalo è un legame tra due persone: un oggetto o un gesto che passa da una mano all’altra. Può capitare che la sua corsa non si fermi: quanti individui sarà capace di unire e per quanto tempo riuscirà riuscirà a viaggiare? Il libretto che potete scaricare direttamente da qui è uno strumento fatto apposta per scoprirlo! Stampa fronte retro, taglia lungo la riga tratteggiata, piega e assembla seguendo i numeri di pagina!

SCARICA