Filmografia

A cura di Gianluca Giannelli – Alice nella città

MON ONCLE
di Jacques Tati, Francia, Italia (1958), 120’
Il piccolo Gérard ha un padre molto ricco e molto impegnato negli affari. Anche la madre è sempre presa da mille impegni e non ha tempo di occuparsi di lui. Al bambino rimane la compagnia dello zio Hulot, simpatico personaggio anticonformista. Un film dove, grazie agli affetti, si costruirà la memoria e la storia di un bambino.

LA CITTÀ INCANTATA
di Hayao Miyazaki, Giappone (2001) 125’
Chihiro è una bambina di dieci anni molto capricciosa e viziata e quando i suoi genitori le dicono che devono trasferirsi, ovviamente reagisce in modo irritante, arrabbiandosi. Durante il viaggio per raggiungere la nuova casa, i tre si fermano in una città fantasma governata da una strega malvagia con al suo seguito antiche divinità e creature magiche. Un viaggio che cambierà per sempre il futuro e la storia di questa bambina.

LA CANZONE DEL MARE
di Tomm Moore Irlanda, Lussemburgo (2014) 93’
Ben non va d’accordo con la piccola sorella Saoirse, che incolpa della morte della propria madre. Quando però lei si trova in pericolo, intraprende un epico viaggio per salvarle la vita. Sarà l’eredità spirituale della madre a darle la chiave per superare i mille ostacoli.

DOV’È LA CASA DEL MIO AMICO
di Abbas Kiarostami Iran (1987) 83’
Il piccolo Ahmed, tornato a casa, trova nella sua cartella il quaderno del suo compagno di scuola Mohamed Reza Nematzadeh. Per evitare che quest’ultimo venga espulso dalla scuola non potendo fare i compiti per il giorno dopo, Ahmed deve rintracciare Mohamed, ma non sa dove l’amichetto abiti. Parte quindi alla sua ricerca, incontrando però tante difficoltà e il disinteresse degli adulti. Non riuscendo nell’impresa, Ahmed torna a casa, affranto. L’indomani, al rientro a scuola, Ahmed riporta il quaderno a Mohamed, confidandogli di aver fatto i compiti per lui, giusto in tempo per il controllo da parte del maestro.

Gianluca Giannelli direttore artistico di Alice nella città, la sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma, dedicata alle giovani generazioni.