Ciao! Questa è FarFarFare, la newsletter che ogni mese sceglie un tema e di settimana in settimana lo esplora attraverso laboratori, attività e tanti materiali che potrai usare a tuo piacimento.

Cambio, ma rimango io

Laboratorio a cura di Eugenia Morpungo

Cambia musica

Playlist a cura di Claudio Natale

E un po’ di cose curiose che abbiamo selezionato su internet

La natura cambia forma ogni volta che, con la nostra immaginazione, cerchiamo di afferrarla.

Se chiudiamo gli occhi e proviamo a raggiungerla, possiamo arrivare su una spiaggia carezzata dalle onde e punteggiata di arbusti, sulla cima di una montagna rocciosa cinta dalle nuvole o in una foresta che profuma di muschio e sussurra suoni misteriosi; respirando profondamente, riusciamo a spingerci oltre l’orizzonte e a immergerci nei colori del cielo, tra i raggi del sole o tra le stelle.

I nostri pensieri rispondono alla stessa parola cambiando alla velocità di uno schiocco di dita. Pescano dagli abiti diversi che la natura può indossare e ce li mostrano, in una sfilata di paesaggi.

 

Laboratorio

Erbario immaginario

Laboratorio a cura di Eugenia Morpurgo

Quando siamo noi a cambiare, non sempre sappiamo cosa fare, poiché si tratta di Anche alcuni dettagli della natura si divertono a farsi riconoscere in una molteplicità di forme: le foglie, che ogni ramo disegna secondo contorni mai uguali. Quali personaggi potrebbero nascere pescando dalle loro figure?

L’aspetto delle foglie è così personale che può capitare che le somiglianze si perdano e la parentela diventi invisibile. Eppure, anche osservando un ago di pino e una foglia d’acero i nostri occhi colgono l’eco di una forma lontana: un tema primitivo, da cui tutto ebbe inizio e che si è dissolto nelle trasformazioni imposte dal passare del tempo.

In questo la natura ricorda la musica, che ama variare rimanendo fedele a se stessa. Accade spesso che l’affetto a un motivo convinca una composizione a tenerlo con sé, provando a cambiarlo senza tradirlo. Accade sempre che la musica si aggrappi alle stesse piccole note per mescolarle in formule nuove.


° * ° * ° *

Cambia musica

Playlist a cura di Claudio Natale

Alla musica piace cambiare le cose, che siano piccoli atomi sonori o porzioni di vita ancora da vivere. La musica ama i cambiamenti che fa, così come quelli che osserva: li registra, ne trae ispirazione. Li racconta, li riproduce.


° * ° * ° *

A noi cambiare può fare molta paura. L’idea di perdere chi eravamo e di non sapere cosa diventeremo ci fa barcollare, privi di identità. Ed è proprio quando questa sensazione prende il sopravvento che dobbiamo far finta di essere musica, ricordarci che siamo natura: solo così ci divertiremo a variare su un tema che può mutare tanto da diventare invisibile, ma non può scomparire, perché senza di lui non saremmo noi stessi, ma non potremmo neppure cambiare.


° * ° * ° *

Se vi siete mai chiesti come l’intero pianeta Terra sia cambiato nel corso del tempo, sarete felici di scoprire qualche segreto sulla nuova funzionalità di Google Earth.


Come può essere divertente perdere di vista la propria identità? Per esempio, in un ballo frenetico, in cui i movimenti vivaci confondono il nostro corpo con l’ambiente intorno… O, come in questo video musicale, con quello di altri individui umani e animali.